Parlando di Primavera, Pinterest & Link with Love

Mood Board di Primavera

 

Oggi la primavera si è nascosta dietro ad un cielo nuvoloso e qualche gocciolina di pioggia, almeno qui nella provincia di Venezia. 


Quale miglior occasione per cercare qualche immagine colorata che richiama la bella stagione per tirarmi sù il morale?


caramelle bon bon rosa golosita’


 panda animali in via di estinzione foto animali immagini
cucito creativo hairband fascetta per capelli riuso creativo



 cose della vale borsetta primavera feltro progetto cucito creativo



cucito creativo pupazzo bamboline fatte a mano pezza lavoretto fai da te



punta spilli di lana e feltro progetto hand made fai d ate cucito creativo



Pinterest e il made in italy


La signorina Scarabocchio mi ha fatto riflettere con un suo commento. Quando dice che molti lavori made in Italy non compaiono su Pinterest, ha perfettamente ragione. Quando faccio una ricerca per argomento, cerco automaticamente in inglese perchè utilizzando keywords italiane escono si e no due risultati.

Questo significa che chi pinna regolarmente, privilegia e ripinna i lavori prodotti da creative americane (dove Pinterest ha milioni di utenti), foto tratte da siti in lingua inglese oppure pinna immagini presenti su board appartenenti a chi già usava Pinterest prima che fosse disponibile anche in Italia


Ma come rimediare a tutto questo e dare maggior spazio alle creative italiane?
 
Vi propongo alcuni miei consigli che spero accoglierete ben volentieri. Non sono un’esperta e spero che aggiugerete i vostri consigli tramite i commenti.

·         Se sei una creativa che espone i suoi progetti su un blog od un sito, pinna le tue foto e crea delle board ad esse dedicate.

·         Segui altre pinners italiane, diventa loro follower e ri-pinna le loro foto.

·         Quando visiti un blog e vedi un’immagine che ti piace, pinnala! Ci vogliono solo 2 secondi ma inneschi un meccanismo potente: il re-pin. Quando una collega blogger noterà che hai pinnato una sua creazione, sarà maggiormente disposta a pinnare anche i tuoi progetti. Questo comporta un maggior numero di visite al tuo blog e pubblicità gratuita per le creazioni che presenti o vendi.

·         Nelle tue board usa parole chiave sia italiane che inglesi. In questo modo, aumenti le probabilità che le tue fotografie diventino globali (go viral) e che vengano condivise anche da utenti Pinterest non italiani.


Come faccio a pinnare le mie creazioni?


Per poter pinnare le tue creazioni o dei progetti trovati su altri blog, basta trascinare il pulsante “Pin It” sulla tua barra dei bookmarks. Per le istruzioni, loggati in Pinterest,  clicca su About e poi su Goodies. Seleziona il pulsante “Pin It” e trascinalo sulla tua barra degli strumenti. Tutto qui.

Una volta installato il bottone “Pin It”, quando vedrai un progetto o un’immagine che ti garbano, cliccalo e appariranno tutte le foto presenti in quella pagina web. Basta poi posizionare il mouse sopra l’immagine che ti interessa e apparirà un bottoncino che dice “Pin This” che ti permetterà di salvare la foto in una board esistente o di crearne una nuova.


Pinterest e copy right - Linka sempre la fonte ufficiale


Rispetta sempre i diritti dei legittimi copyrighter e risali alla vera fonte del pin.

Ti faccio un esempio. A volte mi capita di imbattermi in fotografie che riportano come fonte (che di solito appare in alto a destra o in basso a sinistra) le pagine di google, flickr o “uploaded by user”.



Per evitare che l’immagine resti di proprietà di google, flickr etc. ecco cosa faccio io:  

- clicco sul link che appare sotto la foto,
- torno alla pagina di “google images” da dove la foto è stata originariamente pinnata,  


tutorial di pinterest come fare pin it


- individuo la foto e chiudo la finestra immagine cliccando sulla X nell’angolo in alto a destra della foto e
vengo riportata alla pagina che mi interessa veramente e che contiene l’articolo, il tutorial o il post del legittimo proprietario della foto


 tutorial di pinterest come fare pin it


Nel caso preso come esempio, il micetto di feltro è stato ideato da Natasha Fadeeva, e non dall’autrice del blog (Sew Girly Alterations),  che giustamente cita la fonte ma non la linka, ledendo i diritti del legittimo proprietario dell’immagine.  

Natasha Fadeeva non ci “guadagna” in visite al suo blog, dove probabilmente il micetto è in vendita.
 

Se proprio voglio pinnare la foto del gattino in feltro, andrò a cercarmi la vera fonte, oppure posso decidere di non pinnare la foto (poi ognuno fa quello che vuole...). 

Io ho scelto di cercare il sito dell’artista che crea questi pupazzetti pelosoni. Facendo una piccola ricerca su google con le parole chiave “Natasha Fadeeva felt cat” sono risalita al suo sito http://www.fadeeva.com/animals.html

Non ho trovato la foto del gattino, ma di molti altri animaletti e scelto di pinnarne uno.

Ho cliccato sul pulsantino “Pin it” dalla mia barra degli strumenti e mi sono trovata davanti tutte le foto della pagina.


 tutorial di pinterest come fare pin it

Ho cliccato su “Pin This” che appare sulla foto e salvato l’immagine nella mia board, dove ora apparirà la sua vera fonte.


 tutorial di pinterest come fare pin it



 tutorial di pinterest come fare pin it



Conclusione? Usando questo metodo (ci ho messo 1 minuto in tutto), chi ripinna la foto dalla mio board, verrà portato al tutorial o allo shop originale, potrà leggere le istruzioni, lasciare commenti e soprattutto dare il giusto credito alla creativa che ha scattato la foto.


Link with love


E voi cosa fareste? Non vi girerebbero se qualcuno pubblicasse le foto delle vostre creazioni dicendo semplicemente “immagini trovate sul web” o “immagini da pinterest”? Io sono sicura di si.

Se la pensate come me, potete visitare il sito Link with Love, che da tempo si batte per il rispetto del copyright altrui – anche su Pinterest-  e prelevare uno dei loro banner come ho fatto io.


36 commenti :

  1. Ciao Topogina, che piacere conoscerti!
    Grazie per essre passata, mi hai dato così modo di scoprire il tuo blog, lo trovo davvero interessante. Come questo post, che condivido pienamente ;)
    A presto
    Eva

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Eva, il piacere e' stato tutto mio quando ho scoperto il tuo blog.

      Ancora tanti complimenti per le tue lanternine ma in generale per i tuoi artefatti eco-friendly.

      Attendo un nuovo post con trepidazione.
      Ciao,
      topogina

      Elimina
  2. Grazie per tutte queste informazioni..ma ho letto su un post di una blogger che non è corretto pinnare le proprie creazioni, mi sembra di capire che tu dici il contrario...io sono alle prime esperienze con pinterest, mi piace molto e lo trovo veramente utile e vorrei imparare a usarlo correttamente:))
    ciao e buona settimana
    carmen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora, ho letto l’intero regolamento di Pinterest. Ero troppo curiosa di trovare un qualche riferimento a quanto mi hai riferito ma in nessun punto si parla di regole. Pinterest è un sistema di condivisione di cio’ che ci piace, e sinceramente non ci vedo niente di male nel pinnare le nostre immagini.

      Al seguente link (http://pinterest.com/about/etiquette/) si trovano dei suggerimenti e tra questi Pinterest consiglia di:

      EVITARE LA PROMOZIONE DI SE STESSI
      Pinterest è nato per gestire e condividere le cose che ami. Se c’è una foto o un progetto di cui vai fiero, pinnalo tranquillamente! Cerca pero’ di non usare Pinterest come puro strumento di auto – promozione.

      Eccoti il testo in inglese.

      (Pinterest is designed to curate and share things you love. If there is a photo or project you’re proud of, pin away! However, try not to use Pinterest purely as a tool for self-promotion.)

      Spero di aver risposto alla tua domanda. Non esistono divieti ne’ regole. Basta non usare il tuo account per il mero scopo di farti pubblicita’.

      Elimina
  3. Ti ho scoperta per caso, ma il tuo blog mi piace tantissimo...ti seguo! Complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao MafreCreativa! Benvenuta allora!

      Elimina
  4. Ciao Topogina, post (P)interes(t)sante ;P
    secondo me il problema non è che noi italiane non siamo in pinterest (di sicuro molto meno numerose rispetto al resto del mondo) o siamo pigre e pinniamo solo foto già presenti nella piattaforma... per quanto mi riguarda, avendo partecipato all'iniziativa del 1 febbraio proposta da molte bloggers creative italiane, ho anche una board unicamente MADE IN ITALY. Il problema è che quando si pinna per avere più visibilità si tende (si è quasi obbligate) ad utilizzare l'inglese.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Civettuola! Ho visto il banner "Pinterest 1 febbraio" sul tuo blog ma non ho capito bene a cosa si riferisse. L'ho anche cliccato ma non linkava. Se fossi cosi' gentile da spiegarmi di che si trattava, ti ringrazio fin d'ora.

      Io uso solo l'inglese perche' mi viene in automatico, pero' penso che sarebbe interessante per le creative italiane provare a scrivere anche un paio di tag in italiano, cosi' da facilitare chi effettua le ricerche nella nostra lingua. Tu che dici?

      Pinterest consiglia di inserire una breve descrizione della foto ma non mi sembra che ponga dei limiti alla lingua da utilizzare ( e ho letto l'intero regolamento). Quindi perche' non sbizzarrirsi con la descizione bilingue?

      Baci baci.

      Elimina
    2. Ma certo che ti spiego... prima di tutto ti lascio il link del post che avevo scritto il 1 febbraio (http://civettachiacchierina.blogspot.it/2012/02/il-1-febbraio-pinna-italiano.html) che c'è il link ad un blog dove viene spiegato bene bene... l'idea era nata proprio perchè molte bloggers avevano notato che in pinterest noi italiane siamo in netta minoranza... così per gioco alcune (come me) avevano accettato di dedicare la giornata del 1 febbraio a pinnare solo immagini da blog italiani e metterle tutte in una board apposita. Il risultato??? ho conosciuto tante nuove creative italiane e ho scoperto che ce ne sono davvero taaaaante!!!!

      Comunque ti dò ragione sulla mia malsana abitudine di pinnare utilizzando l'inglese e accetto volentieri il tuo consiglio... inizierò a pinnare da poliglotta!!!!!!

      Elimina
    3. Ahhhh, io avevo capito che Pinterest fosse disponibile anche in Italia solo dal primo febbraio. Vedi? Avevo frainteso!

      Magari potremmo ripetere l'esperimento di febbraio. Che ne pensi? Si puo' organizzare?

      Io non pinno sempre da poliglotta perche' non ho creazioni mie da "pubblicizzare" ma penso che le creative italiane dovrebbero taggare bi-lingue. Poi ognuno e' libero di fare quello che vuole, s'intende...

      Ieri per esempio, ho pinnato alcuni progetti italiani e gli ho aggiunto una descrizione inglese, cosi' per partecipare...

      Un bacione!

      Elimina
    4. io ci sto... non voglio passar per nazionalista ma è un modo carino per fare nuove conoscenze artistiche e creative MADE IN ITALY... nel frattempo vado a seguire i tuoi PIN
      Baci!!!

      Elimina
    5. Perfetto, allora dobbiamo organizzarci e stabilire una data e "mandare gli inviti"...
      Kiss kiss

      Elimina
  5. più chiaro di così...!!! grazie topastra!
    ps: confermo d'essere stata una delle ultime iscritte al blog...perchè?????? boh, credevo d'averlo già fatto ma vedevo che gli aggiornamenti non mi arrivavano.... :-( adesso ci sono, in prima linea!!! un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ciccina Spremutina per la spiegazione...

      Io ultimamente compaio come follower 2 volte in alcuni blog e mi chiedevo se anche tu stessi avendo dei problemini con blogger... mannaggia a loro!!!

      Grazie di essere passata.
      Un bacione

      Elimina
  6. sono ingnorantissima riguardo a pinterest, quindi grazie per queste dritte
    e complimenti per il blog!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie carissima Donna con Fuso. Ti ho lasciato un commento e mi sono unita al tuo blog.

      Bello Saint Patrick's day, eh? Ti leggero' con piacere.
      A huge kiss from Italy

      Elimina
  7. Hi
    I am following your blog.
    Please follow mine.

    http://thetechnoworldblog.blogspot.ca/

    RispondiElimina
  8. Davvero ieri è stata una giornata strana. Ha piovuto ed è uscito il sole e poi di nuovo nuvoloso. Speriamo oggi ci riservi una bella giornata questo tempo ballerino.

    Bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sembrerebbe che le nostre parole siano state udite. Bella giornata oggi!!!
      Baci baci!

      Elimina
  9. Ho letto anch'io le indicazioni della Topogina e da grande ignorante e incompetente in materia ,dico che la spiegazione è talmente chiara che sono riuscita ad andare su pinterest. Quindi puo' arrivarci chiunque. Ho gia' provato è una goduria.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. attenta che potrebbe insorgere una dipendenza....

      Elimina
  10. Ho un amico su facebook che ogni giorno ci saluta con immagini bellissime, di panorami, di fiori, di animaletti ed altro. Forse anche lui bazzica su Pinterest.

    RispondiElimina
  11. Oggi ho riletto l'articolo che mi sembra abbastanza chiaro, ma poi mi sono distratta guardando il micetto bianco. Sembrava proprio vivo e vegeto.
    Che brave queste donne artiste, sono geniali, modeste e lavoratrici instancabili.

    RispondiElimina
  12. intendevo questo quando ti ringraziavo per l'impegno :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma figurati ciccina. Per me e' solo un piacere...

      Elimina
  13. comincerò a firmare le foto con il photoshop in modo alquanto vidibile!

    RispondiElimina
  14. invece, quando è "uploaded by user" come si può fare? ho visto il tuo commento al mio pin, e hai ragione e l'avevo notato che non c'era la fonte, ma non sapevo che cosa fare. mi ero chiesto se non pinnare, ma mi era piaciuto troppo...! lisa

    RispondiElimina
  15. ottimi consigli e direi pi' che giusti!

    RispondiElimina
  16. Hai perfettamente ragione... io all'inizio mettevo solo, in fondo al post, la frase che riportava le foto a Pinterest, ora, invece, perdo quelce momento in più e cerco sempre il blog o il sito dell'autore. Molto molto meglio!
    Elli

    RispondiElimina
  17. Io sto impazzendo...non riesco ad aggiungere il tasto pin it al mio blog.
    Ma come si fa?
    Fabiola

    RispondiElimina
  18. Ciao Alex,
    Ti scrivo solo per dirti che su Internet Explorer non basta trascinare il bottone, ma bisgona inserirlo manualmente prima nei Preferiti e poi spostarlo sulla barra dei Preferiti.
    A presto,
    Carmen (Arte Creattiva)

    RispondiElimina
  19. io sono entrata in pinterest ma non riesco a fare quello che dici, non trovo nemmeno "about", io uso un mac, mi puoi aiutare?
    gloria

    RispondiElimina
  20. Ciao!
    E' già qualche tempo che penso a crearmi un account anche su Pinterest, è quasi ora che mi decida! ;-P
    Con i tuoi suggerimenti sono sicura che sarà tutto più semplice.
    Grazie mille!!

    Daniela

    RispondiElimina
  21. Ho consigliato il tuo articolo su FB. Magari lo cito anche in uno dei miei prossimi post...

    RispondiElimina
  22. Ciao Alex, grazie per il semplicissimo tutorial!!! Se ci sono riuscita io ad aggiungere il pulsantino pin it, ci riusciranno tutti: io sono proprio negata!!! Ma mi intrigava il fatto di pinnare le mie creazioni e creare così una bacheca di miei lavori su pinterest. Grazie a te ci sono riuscita.
    Adesso vedrò di imparare qualche altra cosa: mi vado a spulciare tutti i tuoi post. Qualcosa combinerò
    Un bacio, Anna

    RispondiElimina
  23. Ciao Silvia, ti ho scoperta perchè ho aperto da pochissimo un mio blog.. mi sei davvero di aiuto, grazie!!
    Volevo segnalarti che in questo articolo visualizzo le immagini che hai postato così https://imageshack.com/i/nf9hjip... come mai? E' un problema legato a me?
    Ps. prima ho commentato un articolo, ma l'ho rimosso perchè ho risolto da sola :)
    Grazie!!

    RispondiElimina