Viva l’Handmade Genuino e Abbasso I Detrattori {la mia settimana in link}


Care amiche creative, questa è la terza settimana che senza accorgermene compilo una lista di risorse, siano siti o blog, da consigliarvi come letture per il week-end. Che stia diventando un’abitudine? Oggi vorrei prendere spunto da un evento che mi ha vista protagonista ad inizio settimana e che mi ha lasciato alquanto interdetta.

Premessa: chi mi conosce sa che rarissimamente mi lamento di qualcosa e che se cito qualcuno sul blog, lo faccio per esaltarne le doti e non certo i difetti {indosso anche il bracciale rosso Kabbalah col quale prometto di astenermi dal pensare o parlare male degli altri}.
bracciale rosso kabbalah, comprare fatto a mano, handmade
Comunque, qualche tempo fa mi sono iscritta al servizio di affiliazione di Blomming, il portale per vendere il fatto a mano dove ho il negozio. Non ve l’ho ancora consigliato perché non sono sicura che porti dei reali vantaggi. Come funziona? In breve, si promuovono artefatti di artigiane sui social e in caso un oggetto venisse venduto, la ‘promoter’ ne ricaverebbe  una commissione decisa in precedenza dalla venditrice.


Prudente come al mio solito, ho fatto il primo test di condivisione su Facebook alle 2 del mattino {‘chi ci sara’ mai a quell’ora sui social?’, ho pensato} pubblicizzando un anellino con orecchie da gatto {si, si, orecchie… avete capito bene!}. Ma… neanche il tempo di entrare in facebook, ho trovato un commento sotto il mio post. Un link ad una foto, sempre in facebook, di un anello ‘simile’ in vendita direttamente sul profilo di una persona.

screenshot orecchiette, Blomming, oggettofatto a mano, anello fatto a mano, handmade


Il mio cervello ha formulato i seguenti pensieri in quest’ordine:

- non capisco,  è illegale vendere sul profilo facebook
- deve essere la ragazza del negozio in questione che ha ricevuto una nota da Blomming e vuole mostrami altre foto…
- ma quest’anello costa solo 2 euro. Perché venderlo a meno???
- ma è scema ad abbassare il prezzo? E che ne è della mia commissione?
- e se questa foto non c’entrasse niente con la ragazza del negozio? I nomi su Blomming  e Facebook non coincidono!!!
{scrach, scrach grattandomi la testa..}

RAGAZZA CONFUSA CHE SI GRATTA LA TESTA

Prima di pensare male, le ho lasciato una risposta che vedete nello screenshot “ma tu c’entri qualcosa con xxxx”? e sono andata a dormire.
La mattina seguente la sua risposta: ‘No, mai vista prima!”.
Volevo rispondere “e allora che ca##o ti impicci?” ma ho preferito darla vinta alla versione zen di me e cancellare l’intero post.


Ma ormai mi aveva incuriosita… sono tornata sul profilo di questa pseudo artigiana per rendermi conto che:

1.     vende tutto a prezzi scontatissimi
2.     gli oggetti sono solo su ‘ordinazione’ e LE arrivano dopo circa 1 mese dall’ordine
3.     quanto è vero che il sangue è rosso, sono cineserie
4.     richiede pagamento tramite ricarica postepay {che oltre ad essere illegale, non é fiscalmente corretto}
5.     riceve un sacco di ordini!!!!


E ancora: ma se quell’anello lo avessi fatto io con le mie manine, passione e tanto amore e lo stessi condividendo con le mie fan facebook, cosa c’entra il suo link alla foto di un anello fatto dai cinesi? Il messaggio subliminale era “se vi piace, venite da me che lo vendo a meno”. Giusto?

Non puó certo avere la stessa qualità e poi, che arroganza, nemmeno lasciarmi un commento tipo ‘ciao, anch’io vendo….’




Insomma, vorrei capire come vi sareste comportate voi con una persona così scorretta, sleale e impicciona.



Perché è tanto difficile capire la netta differenza tra un oggetto realizzato da un artigiano {notare il verbo realizzare che si usa anche per parlare dei sogni} e uno prodotto in serie, con materie scadenti {se non tossici} e sfruttando la manodopera minorile in Cina?




Passando ad un argomento simile…. il rispetto verso l’ ‘handmade manca anche quando si si trova  faccia a faccia con un artigiano, magari davanti al suo magnifico stand ad un mercatino. Guardate che meraviglia....

Estrazione Giveaway-fiori-mercatino 030

Anna di A Casa di Gaia ha raccontato di come sia andato il suo ultimo mercatino, dove i passanti si sono dimostrati maleducati e senza alcun rispetto per l’arte e il lavoro altrui:


...che toccavano tutto e poi buttavano come fosse merce avariata, che chiedevano i prezzi e ti guardavano come dire: "Ma sei scema? Manco dopo morta lo compero a questo prezzo!" Preciso che i miei prezzi partivano da 0,50 centesimi fino ad arrivare ad un massimo di 25/28€...  


Ma che diavolo sta succedendo in Italia???


Il mio sogno sarebbe che tutti apprezzassero le cose uniche e fatte a mano invece che fatte in serie e con l’uso di macchine e stampini. Ma ragazzi,  il cambiamento deve partire da noi creative che siamo le dirette interessate e che sappiamo il fatto nostro.


Mi promettete una cosa? Che nei prossimi 7 giorni vi impegnate solennemente a parlare con almeno una persona di cosa significhi per voi l’handmade e condividere i  vostri valori, passione e processo creativo? Una persona soltanto… non chiedo troppo, vero?




Procediamo con qualche altro link:


Ho aggiornato la lista di giveaways che trovate alla pagina GiveAways e Linky Parties. In realtà ho solo cancellato quelli terminati e non ne ho aggiunti altri…. chiedo a voi di farlo… pensate che il mese scorso ho linkato un sacco di blog candy e avró partecipato si o no a 2 o 3… che scema!


A questo propositivo, volevo ringraziare pubblicamente Antonella di Made in Bottega che mi ha inviato questa bellissima pochette fatta da lei per aver vinto il suo giveaway  {lo avevo fatto su Facebook ma mai qui sul blog!}.
 antonella, made in bottega,Giveaway


Come mi sento fortunata!!! Non solo per la borsetta che è stupenda ma anche perché Antonella è una cara persona che mi accetta per la mia stranezza {leggere personalità} e mi sostiene in molte mie iniziative, partecipando attivamente e scrivendone anche sul suo blog. Una vera blog-buddy  come dicono le americane!




Giveaways


1.     Concorso per la Bottega di Mimi ovvero Miriam Morino. Basta mandarle entro il 31 maggio la descrizione del vostro sapone ideale specificandone la profumazione abbinandola ad una canzone, un film, una poesia, un libro per vincere un cestino di 3 saponette profumate.
2.     Sul blog 30 metri quadri è in atto un giveaway sponsorizzato da Firmoo, per cui se dovete cambiare le lenti o gli occhiali fateci un salto!

Un’amica {che preferisco resti anonima} mi ha confessato di avere il dubbio che Firmoo sia in realtà una marca cinese ‘travestita’ da americana.... voi avete qualche esperienza diretta? Cercando sul loro sito l’ indirizzo della sede legale della società ho trovato il nulla assoluto quindi mi sa che ha ragione.....



DA LEGGERE

Pettinarsi i capelli + Ricetta impacco su Farfugliatrice Procace
Mondo Blog {Creatività anche in radio} su Musical e Vecchi Merletti
‘Vendere Creazioni On Line: 7 Letture Che Ti Potrebbero Servire’ serie scritta da Doria di Un’ Idea nelle Mani

 

 

DA FARE

Tre modi per decorare le chiavi su Sweet Bio Design

 

 

DA CUCINARE

Focaccia alle erbe aromatiche su A Casa di Gabry


Per ora è tutto, grazie di avermi letta! Mi piacerebbe che lasciaste un commento per rispondere ad una di queste domande:



- come vi comportate con le persone impiccione come quella simpaticona che mi ha spammato su facebook?

- lo sapevate che non è possible {pena la chiusura del conto} vendere sul proprio diario facebook? Ecco perché esistono i vari storefront  integrati, come quello sulla mia pagina fan, vedete dove dice Blomming?

- siete mie fan su Facebook? Allora iscrivetevi, no? E non dimenticate di aggiungermi alla vostra lista di interessi altrimenti non verrete aggiornati sui i miei post .

- qual’è la vostra opinione sugli oggetti Made in China? Lo sapevate che molte volte sono fatti con sostanze tossiche?

Niente di serio, certo, sono solo sostanze cancerogene cha hanno effetti negativi sui nostri reni, fegato e apparato riproduttivo… non ci credete? Allora leggete Prodotti cinesi: rischi e pericoli. Mai sentito parlare degli ftalati? Allora beccatevi questo: Giocattoli cinesi tossici: 300 mila sequestri



Questi sono per voi

Tasto destro + salva con nome

 
250 pixel
200 pixel

 

Buon week end a tutti. Vi bacio, Alex

 

68 commenti :

  1. La storia della scortese intrusa mi ha lasciata senza parole… vuol dire anche che aziende a basso costo copiano l'originale handmade? O.o

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, si Eugenia. Io presumo che l'anellino che intendevo pubblicizzare io fosse proprio fatto a mano, almeno lo spero, altrimenti perche' venderlo su Blomming?

      Ma hai capito che cafona?

      Elimina
  2. Sarò antica ma comprerei hand made on line solo da persone che seguo da tempo, cioè che "conosco".....mi tengo lontana dai marchi contraffatti ( che spopolano, si sa, soprattutto d'estate) cercando di favorire la legalità e pensando a tutte quelle persone che lavorano con la legalità ( ad esempio commesse e gestori di negozi, anche piccoli che si fanno il c°°o per tenere aperti). Non spendo molto ( non me lo posso permettere, come tanti), quindi quando vedo dei bei lavori che non mi posso permettere cerco di condividerli e farli conoscere anche su FB, questo è il mio piccolo modo per promuovere l'handmade. Spero di essere stata abbastanza chiara, grazie Alex , tema molto scottante, sul quale tutti fanno un pò finta di niente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ilenia, mi trovi d'accordo su tutto!

      Neanche io posso permettermi molto pero' preferisco tutta la vita un quadernino shabby di Anna piuttosto che carta tossica proveniente dall'Oriente.

      Per quanto riguarda il comprare online, sono super informatissima, avendo lavorato per 6 anni con commercianti inglesi e americani {con guadagno minimo annuale online di 10 milioni di dollari} quando ero a paypal a Dublino.

      Ti assicuro che gli unici casini con l'e-commerce li fanno gli italiani che sono diffidenti e che dove possono ti fregano. Quando ero shoppaholic compravo da tutto il mondo, persino dagli USA e Australia e non ho mai, e dico MAI una volta, avuto problemi.

      Addirittura, se non ero leggermente soddisfatta della merce, il commerciante stesso mi chiedeva di aprire un chargeback con la mia carta di credito. In pratica, a me venivano rimborsati i miei soldi e mi tenevo anche il prodotto, mentre il venditore si teneva i miei soldi. Ed eravamo tutti contenti!

      In Italia non sanno neanche cosa sia un chargeback e se possono te lo mettono piu' che volentieri nel Back {nel didietro}...

      Spero che un giorno le cose cambieranno anche qui e che ci adegueremo alle tendenze mondiali, invece di arrivare sempre in coda assieme alla Corea...

      Elimina
  3. Riferendomi "all'anello con le orecchie", a prescindere dal fatto che l'intrusa andrebbe bannata o, come minimo, segnalata, mi permetto di chiedere cosa ha a che fare Rebelle Fleur (visto che è oggetto della questione) con l'handmade e l'artigianato: forse sono entrata nella vetrina sbagliata, ma gli oggetti che vedo a me sembrano anch'esse cineserie :(... il costo dell'anello "originale", a mio giudizio, dimostra che di FATTO A MANO c'è ben poco! Credo che il problema sia all'origine, ovvero i portali di vendita on-line dovrebbero effettuare un maggior controllo sugli articoli proposti, sempre se la filosofia di base è la promozione dell'handmade... Questo è ovviamente il mio modesto parere ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Fabiana, ma sai che mi e' venuto il dubbio che fosse cineseria quando stavo rispondendo a Eugenia qui sopra?

      Ero talmente inca%%ata dall'intrusione di quella ragazza che non ho fatto caso al tipo di negozio... avevo visto solo i gioielli {avendo messo 'anello' nella ricerca} e non anche i vestiti che no, non sono fatti a mano!

      Comunque l'accaduto era solo un punto di partenza per iniziare una conversazione sull'hand-Made in Italy contro il Made in China.

      Io avrei potuto pubblicizzare uno dei miei quadri mixed media che se l'intrusa ne avesse avuto uno made in china meno caro del mio si sarebbe comunque fatta pubblicita' sotto al mio post. Io questo lo chiamo spam. oggi ho cercato bene le condizioni d'uso di facebook e se riesco, la segnalo, lei e le sue amiche che fanno tutte cosi.

      Grazie per il tuo Modesto Parere molto apprezzato che mi ha fatto aprire gli occhi!

      Elimina
  4. Sorrido pensando alla tua domanda in fb "ma chi vuoi che ci sia a quest'ora di notte in un social network?!?"...Io :).
    Ora passando alle cose decisamente più serie arrivo tramite Anna al tuo blog ed era davvero molto delusa per l'arroganza e la maleducazione e me l'ha detto subito quando ci siamo sentite al telefono il giorno stesso del mercatino, le era scesa la sua solita energia positiva e tutto appunto a causa dell'ignoranza della gente.
    Purtroppo non arrivano a comprendere che oltre al guadagno c'è passione, amore ed abilità perchè non tutti sanno creare...io però voglio credere che passata la crisi le persone rivalutino il fatto a mano che di sicuro è più costoso delle cose fatte in serie ma che ha in se un fascino e particolarità uniche.
    Forse sei stata estremamente educata nel togliere il post e non dire nulla però ho imparato ad usare anche io questa tecnica...ignoro e passo la moneta per quel che vale.
    So che molti prodotti cinesi sono tossici però a me preme moltissimo il fatto che spesso gli articoli vengono fatti sfruttando le persone, soprattutto bimbi e questa cosa mi fa contorcere lo stomaco.
    Scusa il lungo commento...
    Debora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Debora, te l'ho detto, ho cercato di far prevalere il mio atteggiamento zen perche' iniziare una discussione con quella persona che mi ha spammato sarebbe servito a poco, ormai era successo.

      La Cina ha delle bellissime tradizioni artistiche ed e' un peccato che l'aspetto negativo, il contrabbando e lo sfruttamento minorile, spicchino sulle tradizioni millenarie.

      Ci vediamo di notte su facebook allora! Buon sabato. Alex

      Elimina
  5. Anzitutto grazie per avermi linkata e citata, la cosa mi fa molto piacere come il fatto che apprezzi i miei lavori...ci sono veramente tanto impegno amore e dedizione in tutto quello che realizzo (come per tutte le creative ovviamente).
    Per quanto riguarda FB, io non sono iscritta a nessun social network quindi non saprei dirti ma credo che anche quà valga l'abbinata educazione-onestà e visto che si parla di cineserie...nel post avevo pure scordato di dire che un paio di cinesi si sono soffermati a lungo davanti al mio banco e mi è venuto il dubbio che abbiano fotografato mentalmente qualche idea che ovviamente andrà realizzata sfruttando manodopera infantile e materiali di scarto decisamente tossici come dici tu.
    Ci sarebbe da scrivere all'infinito ma finchè la gente non ritorna alla normalità è ovvio che il "fatto a mano" sarà sempre meno ricercato.
    Per normalità intendo innanzitutto un pò di soldi in più nel portafoglio e accontentarsi di avere qualcosa in meno ma fatto come si deve...mah, la vedo dura la faccenda!
    Penso che essendo figlia di un falegname e di una ex ricamatrice di corredi sia normale che io sia così però poi mi rendo conto che non è che la gente non apprezza il fatto a mano....è proprio che lo vorrebbe a prezzi da cinese..beh, io non ci sto...non rubo ma non voglio nemmeno rimetterci.
    Scusa se mi sono dilungata tanto e grazie di nuovo per tutto, anche per la tua simpatia.
    Buon fine settimana Alex
    Anna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anna! Rinnovo la stima che ti ho dimostrato nelle mie email e spero tanto che quella coppia di cinesi non fosse li per copiarti. Torno adesso dall'erboristeria della mia zona dove ho scoperto che gli unici gessetti profumati in vendita provenivano dalla Cina. E che cazz! C'est pas possible!!! Con tutte le artigiane italiane che li fanno a casa....

      Tu hai provato a farti avanti con qualche erboristeria del tuo paese?
      Sono io che ti ringrazio di essere passata e ci sentiamo presto, ok?

      Ottimo fine settimana creativo! Alex

      Elimina
    2. Ciao Alex, ho contattato qualche negozio della mia zona proponendo angeli di gesso profumati a 2/2,50€ contro i loro made in cina a 14/15€...ovviamente i miei fatti a mano e profumati con essenze made in italy...mi hanno risposto che se voglio posso lasciarli in contovendita...e no eh? Quando acquistano le altre merci pagano subito, altrochè contovendita...e poi diciamo la verità...è pure umiliante andare a chiedere...credo che continuerò a sperare di vendere qualcosa su Misshobby (anche se non mi sembra un granchè come portale di acquisti handmade) e nel frattempo le uniche creazioni che farò saranno le bomboniere per il battesimo della mia nipotina e qualche lavoro per la mia casa.
      Un abbraccione e buona domenica
      Anna

      Elimina
  6. Una volta sentii dire una ragazza in un suo video: ODIO I CINESI! e lo diceva perchè copiano tutto e vendono a prezzi stracciati. Ma lì per lì la trovai assurda per l'arrivare a provare odio... oggi capisco ma non condivido, però condivido l'essere contro chi ci danneggia senza ritegno. Mi spiace per quella tizia che è capitata sulla tua via, sopratutto perchè contro chi bada al soldo non puoi far granchè se non che segnalarla.Non sono su Fb ma se è illegale vendere lì allora segnalala senza pensarci 2 volte.
    Grazie per tutti i link.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Stefania, mi state tutte dicendo di segnalarla, mi sa che ci faro' un pensierino...

      Nemmeno io odio i cinesi,l'odio e' un sentimento che non mi appartiene e ci sono persone cosi' ovunque...

      Elimina
  7. Ciao Alex, ti seguo sempre ma non ti ho mai messo un commento, per prima cosa ti ringrazio perché dal tuo blog cerco d' imparare alcuni passaggi per il mio.......ma per me che ho imparato da poco ad usare il computer, certe definizioni sono sconosciute.....pazienza imparerò.......a riguardo delle cineserie da casa mia sono bandite,,,,,non mi faccio tentare dal prezzo, per mettermi intorno più tossicità di quella che magari non sappiamo.....ti auguro una buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche a casa mia le ho bandita, da mo'!!! Eppure a mia mamma ognittanto scappa qualche acquisto cretino.... dice che confonde la scritta CE {comunita' europea} con C E {chinese empire???? - non sono sicura}.... anche questa del logo e' una fregatura, no?

      Grazie di essere passata Birbolina!
      Alex

      Elimina
  8. Eheh! avrei fatto come te, ignoro e passo avanti. purtroppo ce ne sono eccome di personaggi così. L'hand made viene sempre criticato per i suoi prezzi. Ma vogliamo ammettere l'originalità del pezzo unico fatto a mano piuttosto che un tossico oggetto cinese? Io e mia sorella vendiamo in artesanum o ebay annunci e spesso abbiamo incappato in persone che chiedevano informazioni sull'oggetto e il loro costo totale compreso di spese. Beh dopo una serie di botta e risposta ci danno il due di picche dicendo che è la cifra è troppo cara. Addirittura ci fanno realizzare l'oggetto e poi ciao...grrr!!! Tenendo presente che noi facciamo pagare poco rispetto a quello che chiede la regola dell'artigianato.
    Verissimo in facebook non si può vendere eppure ne conosco tante che lo fanno senza avere uno straccio di partita iva.
    Purtroppo sono in molti a pensare che l'hand made sia un inutile passatempo per gente che non ha di meglio da fare. Questo l'ho letto un giorno in un forum e mi son girati i cinque minuti. Sopratutto quando un tizio ha scritto una cosa tipo:" cosa ci vorrà per fare una scatolina colorata in legno?" ah si? falla tu e dimmi. Metto volentieri il bannerino "I love hand made"..
    Buon week end a tutte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Care Sara e Alessandra, Mi dispiace epr le fregature tutte italiane. Io inizierei a rivolgermi anche al mercato internazionale se fossi in voi. In Ebay {non annunci ma facendo delle aste che sono gratis} vi basta far precedere la vostra descrizione prodotto con una in inglese...

      Se gli italiani non ci arrivano, che vogliamo farci?

      Preleva pure il bannerino, mi fa piacere e poi, che ci vorra' a fare una scatolina di legno? hahahaha, qualcuno gli ha risposto nel forum?
      Buon week end, Alex

      Elimina
  9. Accidenti, posso ben immaginare quali siano stati i tuoi sentimenti questa notte alle 2. Hai proprio ragione alex quando dici che qui in italia sono pronti a mettertela nel back... a questo proposito mi sono tolta proprio una soddisfazione con uno degli ultimi post. Se la regola c'è su fb, segnalala senza alcun problema, e questo che si meritano queste persone. Quello che c'è dietro un oggetto hand made, credo lo possa capire fino in fondo solo chi fa dell'handmade. Mi è capitato di sentirmi dire, costa troppo, ok non te lo comprare, ed amici come prima. Comunque dobbiamo essere noi a veicolare il messaggio: handamde=qualità+passione. E questo lo possiamo fare solo se mettiamo professionalità in quel che facciamo. Questo è uno dei motivi perchè sostengo le tue iniziative. Se sul web si crea una comunità di qualità di artigiane questo non può che giovare a tutte noi. Se noi tutte abbandonassimo un pò il nostro punto di vista particolaristico e guardassimo più agli altri (come dici sempre tu) sono sicura che ne guadagneremmo tutte. Perciò a chi passa di qui e ti legge vorrei dire, di credere di più in se stesse, adoperarsi di più, studiare di più e non arrendersi mai. un grosso abbraccio e buon week end

    RispondiElimina
  10. Cinesate? Perfette se si acquistano con lo scopo di "usa e getta" quindi oggetti che una/un creativo non produrrebbe mai, per il resto... LARGO ALLA CREATIVITà E ALL'HANDMADE! Figurati io nel mio blog ho una rubrica bi-mensile in cui parlo di ragazze creative, nonchè io stessa ho un negozietto da poco avviato di prodotti fatti da me, ideati e realizzati, anzi se ti và passa a farci un giretto! Ora che mi sono immersa in questo mondo, sia come spettatrice che come protagonista, mi sono resa conto che il prezzo dei prodotti handmade và al di là del prodotto in se, materialmente parlando. Dentro quell'oggetto è racchiuso il tempo, la passione, l'amore e l'ingegno di chi l'ha pensato e realizzato, perchè proprio come hai detto tu, è un sogno che diventa realtà ogni volta.
    Ti ringrazio come sempre per le dritte, ormai il tuo blog per me è diventato indispensabile!

    Un abbraccio e buon weekend!

    RispondiElimina
  11. Basterebbe che la gente comprasse una cosa bella al prezzo che vale e che dura nel tempo invece di comprarne 1000 a un prezzo irrisoro e di qualità più che scadente che si autodistruggono dopo poco tempo.

    Deve cambiare la testa delle persone, la testa. A voglia a spazzatura se si va avanti così.

    RispondiElimina
  12. Ma questa ragazza è bravissima!! Realizza degli oggetti straordinari! Sono andata subito a curiosare sul suo blog!
    La tipa dell'anellino va segnalata eccome!
    Cerco sempre di far capire alle persone quanta cura e amore c'è dietro alla realizzazione di un oggetto, fosse anche un anellino! Ma mi sa che il messaggio non arriva....preferiscono acquistare in negozio pur sapendo che sono cinesi e magari tossici! Poi vengono da me a farseli riparare convinti di aver acquistato pietre preziose e invece erano patacche!!
    Sono molto informata su ftalati e sostanze tossiche ma quei link che hai segnalato sono comunque molto utili! Grazie per aver messo tra le cose da fare il mio portapennelli, ne sono molto felice! Aspetto il tuo invito per la community su pinterest!
    Ti abbraccio Alex!!
    Gio

    RispondiElimina
  13. Ciao Alex, questa "persona" si è comportata molto scorrettamente... e purtroppo di questi episodi ne è pieno il web e il mondo in generale! E io parlo di questo tipo di episodi fino alla più "semplice maleducazione" della gente che si incontra di persona tutti i giorni. Per quanto riguarda la vendita dei miei oggetti hand-made, non ho ai pensato di farlo e li ho sempre tutti regalati o tenuti per me, però ho visto che in alcuni casi fare qualcosa a mano viene visto semplicemente come un modo per "risparmiare soldi invece di comprare in un negozio": secondo me non c'è espressione più sbagliata di questa! Chi realizza oggetti hand-made, sa che dietro c'è la passione ma anche amore, perché io sono dell'opinione che regalare qualcosa fatto a mano, ha più valore: si è dedicato tempo per quell'oggetto, e quindi per quella persona che, se non se lo fosse meritato, si sarebbe vista regalare qualcosa fatto in serie. Per carità, nulla in contrario con le aziende che in fondo danno lavoro alle persone, ma vuoi mettere la gioia di fare qualcosa con le tue mani e vedere la felicità (a volte anche un pò di incredulità) sul viso di chi riceve la tua creazione? Sono convinta come voi, che la mentalità della gente va cambiata!
    Per il discorso impiccioni, non ho questo problema perché non sono iscritta a fb né ad altri social, ma penso anche io che andrebbe come minimo bannata... anche se poi magari si ripresenterà con un altro nick, perché la volpe perde il pelo ma non il vizio!
    Non commento sulle cineserie... ho smesso di comprarle da parecchio tempo e sto attenta a non farlo! Non mi piacciono per niente, per i materiali, per il lavoro sfruttato e per la scorrettezza nei confronti degli altri mercati, per primo quello italiano che sta crollando... trovate ancora etichette "made in Italy"? Io poche...
    Per i link, grazie mille! Ne ho già visti qualcuno e sono bellissimi e utili!
    Buon fine settimana e perdonami per essere stata così lunga nel commentare, ma quando qualcosa mi interessa e mi sta a cuore, non mi risparmio! ;)
    Dani

    RispondiElimina
  14. Guarda, io mi sono appena registrata su myfreecopyright, mi piace ispirare, ma non voglio essere copiata! Piacerebbe anche a me aprire uno shop, ma per ora non ho abbastanza tempo... però insomma, se volete qualcosa chiedete, no? Io compro handmade, e mi piace da morire potermi permettere dei pezzi unici... anche perché ad essere sincera, non costano affatto di più delle cose di marca!
    Grazie millissime di aver segnalato il mio uccellino, e grazie per il tuo commento! Un abbraccione... ah, e come va con la cartapesta? Aspetto notizie! Buon weekend!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti, i prezzi non sono cosi' alti... ho visto ieri in erboristeria dei cuori di gesso a 5 euro l'uno mentre Anna della quale parlo sopra li vende a 5 euro si, ma con barattolino di vetro decorato incluso...

      E quelli dell'erborista erano fatti, indovina dove???

      Io non mi sono mai registrata a nessun programma di copyright e non ne sono nulla. Magari un giorno mi spieghi?

      Carta pesta? Hem hem, tutto procede, grazie! Lentamente ma procede....

      Elimina
    2. Trovi il lnk sul mio blog. A quanto pare il programma controlla giornalmente il web per controllare che 'i lavori' non siano stati fregati...

      Elimina
  15. Ciao Ale, grazie per aver pubblicizzato il mio Giveaway. Firmoo è cinesissimo e c'è scritto sul sito, ma anche buona parte dei prodotti che compriamo sono Made in China. Se avessero sostanza tossiche però non potrebbero venire importati in Europa! Dopo che mi hanno proposto i buoni sconto da regalare ai miei follower ho cercato un po' di recensioni in internet ed erano tutte ottime. Visto il costo spesso proibitivo degli occhiali mi è sembrata una buona idea sponsorizzare il low cost in tempi di crisi, cosa ne pensi?
    Riguardo al tuo spiacevole incontro su FB non ti arrabbiare troppo, le persone scorrette le trovi ovunque, chi cerca un prodotto artigianale sa distinguere la qualità!

    RispondiElimina
  16. Non mi capacito ancora di come alle 2di notte ti abbiano risposto per spammare con le cineserie... Ma ci controllano?!?
    Comunque sia io sono sempre molto sincera sul punto: purtroppo non posso permettermi di comprare solo Made in Italy. In realtà acquisto poche cose in generale e quando devo non mi vergogno di andare da HM e Zara (quando era ancora una catena low cost!!!) perché mi piace ogni tanto avere qualcosa alla moda e di certo non posso permettermi i grandi marchi italiani. Questo è il motivo principale per cui compro anche molto spesso ai mercatini o approfitto dell'usato di mamma, amiche ecc. In quel caso mi vesto con un valore aggiunto... :)
    Generalmente sto attenta a cosa compro, soprattutto quando si tratta di cosmetici, intimo e cibo. Purtroppo io -come credo tante- devo fare una scelta e sono costretta a permettermi la massima qualità solo in alcuni ambiti...

    RispondiElimina
  17. ciao Alex, interessantissimo post come sempre.
    per quel che riguarda le cinesate: purtroppo molte componenti che uso per i miei bijoux provengono da lì, non credo sia possibile trovare monachelle, intercalari e altre cose così non di origine cinese... per il resto cerco di produrre da sola tutto quello che posso!

    RispondiElimina
  18. Lo spamm va segnalato, ma come ha fatto sapere della tua commessa? Su facebook non si può vendere e nemmeno nel blog se non si ha la licenza. Ho visitato la pagina dell'artista ma non vedo handmade ( magari fa dell'assemblaggio ) e ti ha contattato in privato per farti l'offerta. Concordo con i commenti precedenti che l'handmade è un argomento molto complesso e privilegio chi parte dalla materia prima e la trasforma. ciao

    RispondiElimina
  19. Ciao cara, dopo essere diventata finalmente reply ora parliamo di questo argomento che mi interessa:l'anno scorso in uno slancio di entusiasmo avevo aperto il negozio su bloomming per le creme ed e' rimasto là inattivo per mancanza di organizzazione, non me la sento di produrre se non ho il tempo e la costanza e oramai ci ho messo una pietra sopra alla questione legale delle creme perché e' davvero impossibile,ma fidatemi di me che sono tutte ottime.Comunque io ci vorrei provare a vendere quindi illuminami.Cambio piattaforma? Come regolarmi con le proposte e vendite e pagamenti? Dimmi tutto!Legalme te parlando posso avere la licenza di vendita perché abbiamo la partita iva per altre cose.

    RispondiElimina
  20. Ciao, innanzitutto grazie per aver citato la nostra iniziativa "Mondo Blog" :) Per quanto riguarda il post hai ragione, secondo me l'handmade ha un valore aggiunto che è dato dall'abilità e dalla passione di chi crea, e spesso anche dall'unicità del pezzo. A me spiace molto che oggi la Cina sia considerata soltanto produttrice di prodotti spazzatura, spesso copiati e molte volte pericolosi, quando invece un tempo era la regina di un artigianato pregiato e ricercato... se invece di negozi strapieni di giocattoli taroccati e plasticosi trovassimo dei pregevoli manufatti orientali probabilmente sarebbero salvaguardati sia l'artigianato cinese che quello italiano, ma ovviamente questo dal punto di vista economico è impossibile. Infatti credo che anche il cliente spesso preferisca acquistare un pezzo copiato da un prodotto famoso (anche se di qualità scadente) piuttosto che addentrarsi nell'unicità del fatto a mano... per questo sono d'accordo quando dici che in Italia deve essere successo qualcosa. Forse la pubblicità, forse il guardare all'America, ci fa vivere spesso come se la nostra felicità fosse legata al possesso di prodotti standard... mi dispiace ma io non ci sto! Creare un oggetto partendo da zero (molto più che assemblare materiali semilavorati per il fai da te) mi dà la soddisfazione forse un po' presuntuosa di saper costruire qualcosa che prima non c'era, di modellare un oggetto unicamente secondo il mio gusto e la mia ispirazione, di distinguermi dal concetto consumistico che ci vuole soddisfatti solo se possediamo qualcosa. Per questo la passione per il fai da te, per questo l'idea del programma nella webradio, per questo l'idea della nostra iniziativa! Grazie Alex per aver condiviso la tua riflessione! Giulia di Musical e Vecchi Merletti

    RispondiElimina
  21. Ho visitato ora la pagina fb della Maga del Fimo (giusto?) ... ma sono 2 ragazze che fanno handmade. Riepilogando: stavi segnalando un anellino stampato in serie ( di provenienza estera) e una ragazza che fa handmade ti ha segnalato che se ne vuoi ne ha "da vendere" ad un prezzo stracciato. Non ci ho capito molto ma credo che volesse farti una gentilezza. Sono un po' confusa ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. Cavolo Marialisad, ero convinta di aver oscurato il nome della pagina e invece ne ho lasciato uno fuori. Ho rimediato subito, grazie!

      Si, quella signora fa anche oggetti con il fimo ma in questo caso specifico, che sono prodotti solo su ordinazione, che ci mettono un mese ad arrivare e che si paga con ricarica postepay.... sono cineserie. Accoppiata vincente, no? Infrange le condizioni d'uso di facebook e gli accordi finanziari riguardanti i pagamenti online.

      L'anello l'ho preso a caso su Blomming, infatti era solo un test. Ma avrebbe potuto benissimo essere una cosa fatta a mano da me e che stavo pubblicizzando, lei questo non lo sapeva!

      Mea culpa, non mi ero accorta che fosse cineseria anch'essa ma l'atteggiamento della ragazza che vende fimo rappresenta comunque spam {secondo le condizioni d'uso di facebook non si possono lasciare messaggi commerciali sui profili altrui e una foto col prezzo mi sembra un invito abbastanza commerciale, no?}.

      Ti assicuro che si tratta di arrognaza piu' che di gentilezza.... e io sono una che fa fatica a essere maliziosa

      Elimina
  22. Sono senza parole... L'intrusa per me andrebbe segnalata almeno mille volte, non tanto per il fatto in se ma per il suo modo di vendere che, come hai detto, é illegale... Comunque, mi sa che chiuderò il mio negoziato su etsy e lo aprirò su bloomming!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perche' vorresti chiudere etsy? Io ne aprirei uno su Blomming e farei i confronti...

      Elimina
  23. Che tristezza...e che delusione! :(
    Facebook per me è un mondo sconosciuto quindi non so cosa pensare...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Gemma, almeno non ti succedono queste cose... ho letto dei tuoi nuovi gattini ieri, ho commentato e poi e' andata via la corrente. Ora torno a commentare!

      Elimina
  24. Ciao Alex, io mi sarei comportata come te, normalmente "friggo dentro" ma cerco di evitare le polemiche e le liti via web. Credo fortemente nel fatto a mano, nei pezzi unici e preferisco comprare vedendo dal vero anche se non nego che l'ho fatto e lo farò ancora anche in rete. Questi "intrusi" purtroppo riproducono tutto a basso costo, in maniera pessima. Il problema è che la gente compra perchè costa poco e non dà valore all'oggetto fatto a mano con cura e passione. E' capitato anche a me (nonostante sia poco che faccio mercatini) di incontrare persone maleducate, arroganti che pretendono che tu quasi regali le tue creazioni.....l'ultima che mi ha fatto sorridere molto è stata una signora che davanti ad un cuore fatto con i rami di vite e riempito con la rete da conigliera a chiamato ad alta voce il marito chiedendogli se era capace di fare un affare come quello!!
    Ho guardata la mia vicina "basita" poi ho sorriso....
    Baci e buon week end....farò quello che hai proposto in favore dell'hand made!!
    Elena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo, perche' non regalare le tue creazioni? Infondo le hai fatte a casa tua invece di grattarti la testa, giusto perche' non avevi niente da fare....


      La signora del cuore aveva il marito artigiano anche lei??? Parlando di copiare la tua creazione come se tu non fossi neanche li... bellissimo! Io l'avrei fatta allontanare con la scopa in mano!

      Grazie per condividere il tuo punto di vista e brava se ne parli con almeno una persona. Basta una a settimana!!!

      Elimina
  25. Ciao Alex! Hai lanciato talmente tanti argomenti e tutti interessanti che dovremmo parlarne davanti ad un tè per ore! la tipa che vende copie di idee originali a prezzi ridicoli è una delle tante persone che fa la morte delle idee. Grrrr, che rabbia! E capisco la tua amica Anna mia omonima, c'è gente che non capisce una cippa di handmade e non sa vedere la bellezza. E' un argomento su cui sto riflettendo molto ultimamente. Però c'è anche chi capisce e apprezza. Per quanto riguarda le cineserie, la gente ignorante di cui sopra vede che la roba costa poco e questo le basta. (si sente che sono acidissima oggi?)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Super acidissima la Tulimani oggi!!! Grrrrrrrrrrrrrr! Che e' successo? Hai mangiato lo yogurt scaduto???

      Elimina
  26. Guarda, parlando di importazione cinese sfondi una porta aperta con me. Evito come la peste il Made in China, anche se qualcosa è carino...immediatamente penso a lavoro sottopagato, copia, illegalità, concorrenza sleale, distruzione della natura e animali...devo continuare?? Combatto da anni con chiunque non si rende conto di che cosa significa acquistare il Made in China. La cosa che mi urta di più è vedere che la gente pur di avere oggetti/vestiti sempre nuovi mette la testa sotto la sabbia e osa anche criticare l'handmade!!! guardo finisco qui perchè andrei avanti e avanti e mi viene il nervoso. Per la tipa, lascerei perdere! ciao
    bogomilla

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciccia, non volevo farti venire il nervoso...ma concordo con te in tutto. Mi sembra strano che dopo anni che se ne parla, molte persone facciano finta che quanto hai detto sopra non esista...

      Elimina
  27. Che schifo!!! Andrebbero chiuse tutte le barriere con la Cina! Il danno alla salute e la beffa al commercio!
    Ma perché le ricariche postepay sono illegali???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perche' quando firmi il contratto per avere una carta di credito, una qualsiasi, postepay inclusa, accetti di non fornire a nessuno il tuo numero di carta di credito. Tutto qui.

      Elimina
  28. Comunque io ho comprato in Marocco una teiera vera, intarsiata, uguale a quella del bar dove andavamo e solo in Italia ho visto marchiato microscopico Madre in China... -.-"Vi giuro mi sono cadute le palle. Non la uso nemmeno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Povera Fran, in pratica anche in Marocco si fanno fare le cose in Cina perche' gli viene a costare meno? Che peccato!

      Elimina
  29. Mamma mia, succede di tutto online. Certe persone non si regolano proprio,forse dovresti segnalarla. Purtroppo i cinesi "stanno rovinando" noi artigiane. Noi che ci mettiamo impegno e passione in quello che facciamo e magari facciamo pagare anche il tempo che impieghiamo per fare l'oggetto. Anche a me è capitato di fare un mercatino sotto Natale e avevo preparato delle targhe natalizie dipinte a mano. Le vendevo a 10-12 euro e le persone che passavano mi dicevano che nei negozi le vendevano a meno. Ma quelle sono stampate le mie dipinte. Mah. Mi è anche capitato che 2 ragazze hanno prima studiato le mie collane di swarovski e poi le hanno fotografate senza acquistare nulla. Anche qui furto di idee?????
    Comunque mi sono letta tutto il post, argomenti interessantissimi, ci sarebbe da parlare per ore.
    Sono anche andata a sbirciare nel blog che segnali. Molto interessanti,grazie.
    Buona domenica.
    Stefy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Online succede di tutto, e' vero, ma io di solito evito di parlarne o cancello gli episodi come questi dalla mia mente perche' non ne vale la pena... mi comporto bene con tutti e per fortuna questo ripaga, le cose brutta online non mi succedono tanto spesso.

      Anche le italiane ti rubano le idee? spero fosse per delle collane che volevano farsi per loro stesse...

      Elimina
  30. Ciao Alex!
    Seguo con molto interesse la cosa. Ho esperienza diretta con il made in china, in quanto i miei hanno una piccola azienda artigianale che stampa materie plastiche. Da quando si è diffusa la cosa del tutto a basso costo loro hanno moltissima difficoltà a lavorare, moltissimi loro clienti hanno trasferito parte della produzione all'estero! Ora io mi chiedo, visto che loro trattano anche parti di giocattoli per bambini e che devono utilizzare materiali super controllati e certificati, all'estero soprattutto in cina, dove sono i controlli? Ovviamente non esistono e tutto va a scapito delle aziende italiane che rispettano le certificazioni!
    Per quel che riguarda, invece, il fatto a mano, mi accorgo anche io della cafonaggine della gente, che realmente non capisce il lavoro e la passione che c'è dietro la creazione di un oggetto, dalla ricerca dei materiali, al disegno del cartamodello e di tutto il resto! Probabilmente non si sono mai chiesti come nascono le cose...
    Ma del resto il mondo è pieno di gente così!
    Io penso sempre che per una persona così, sicuramente ce ne sono mille altre che la pensano diversamente e quindi è su di loro che si deve puntare e contare!
    Buona domenica!

    Elisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Elisa, e' inutile lamentarsi di chi ignora cosa significhi l'handmade ma tutte noi possiamo fare qualcosa per spargere la voce, non trovi?

      Per quanto riguarda l'attivita' dei tuoi genitori, mi dispiace tanto pensare che noi italiani mettiamo in difficolta' piccole aziende rivolgendoci all'estero. Il fatto e' che le normative EU valgono solo per i prodotti eu e non per quelli extra-comunitari. Quando questi entrano in europa, vengono controllati pochissimo!

      La guardia di finanza continua a fare retate e qualcosa trovano ma andrebbero controllati il 100% dei prodotti importati, non il 5%...

      Elimina
  31. ciao Alex, grazie per avermi linkata, ora sbircio anche gli altri link! Buona domenica,Vale

    RispondiElimina
  32. ciao Alex, il comportamento che hai assunto su fb lo trovo perfetto, anche se secondo me dietro quell'altro profilo si nasconde una cinese o pseudo tale... io la segnalerei soltanto per il fatto che deve imparare a condividere gli spazi con gli altri esseri umani e se non vende pazienza... l'invidia purtroppo è il nuovo male del secolo...
    io sinceramente mi sono iscritta a fb per pubblicizzarmi un po' con i miei prodotti "fatti a mano" ma il risultato sono soltanto tanti MI PIACE ma altro non c'è... credo sia la crisi che incombe... detto questo vado ad inserirti fra le mie amicizie fb... un abbraccio e continuo a seguirti... Stefania

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh si, i Mi piace sono la moneta del web, peccato che non si possa pagarci anche le bollette!

      Elimina
  33. Ciao Alex, ci sarebbe tanto da dire sugli oggetti cinesi, dobbiamo renderci conto che comprando queste cose mettiamo a repentaglio la nostra salute...
    Io ho fatto qualche mercatino, ma non mi è mai successo che le mie cose venissero disprezzate, anzi, ho trovato persone molto sensibili e ben disposte verso l'hand-made per fortunaaaa!!!
    Baci
    LIvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Livi, comprando queste cose mettiamo a repentaglio la nostra salute come quando acquistiamo prodotti per il corpo e detersivi a base di petrolio tipo Pantene e Olio Johnsons.

      Ormai siamo talmente abituati ad averli nella nostra vita che non ci accorgiamo nemmeno dei nostri errori perche' rappresentano la normalita'....

      Penso che parlandone con familiari e amici e insistendo, qualcuno si convertira' prima o poi... lo spero!

      Elimina
  34. Ciao, mi inserisco anchio ai numerosi commenti.
    Ti volevo solo ringraziare per le informazioni che tu e di seguito tante creative hanno lasciato in questo post.
    Penso che devo imparare molto sull'immenso mondo dell'handmade e il rispetto che ogni creazione debba meritarsi!
    La tua competenza è davvero preziosa e mi spiace che comportamenti scorretti "inquinino" la creatività! Io mi diletto solo per passione e se devo pensare di mettere in commercio le mie grucce devo stare ben attente!!!
    Grazie, a presto Sara!

    RispondiElimina
  35. Cara Alex è da circa 1 mese che sto valutando l'iscrizione a Bloming per vendere gli oggetti realizzati dalle iscritte al nostro laboratorio,la sensazione che ho è di un grande "centro commerciale" mentre ho sempre pensato, per la vendita dell'handmade, ad un negozietto curato dove gli oggetti esposti sono valorizzati. I fatti di cui parli confermano la mia sensazione. L'handmade viene messo insieme alle cineserie e alla fine.... è solo un gioco di prezzo!Questa tua esperienza non è ,però, negativa,perchè ci fa aprire gli occhi su alcuni lati oscuri della vendita online. siccome mi piace pensare in positivo, mi chiedevo, visto che tu sei una ragazza così capace e piena di iniziative straordinarie perchè non realizzi una piattaforma per la vendita online di handmade "garantito"? si potrebbe legare alla ItalianCommunity di pinterest e vendere handmade con marchio made in Italy.Che ne pensi? io, intanto diffondo il banner sul blog e pagina FB e ....pensiamo positivo!!!Buonissima giornata

    RispondiElimina
  36. Ciao cara Alex, ho letto tutto, post e commenti, allora, anch'io ho aperto un negozietto su Blooming e non su Etsy, pensando che alla fine mi interessava il mercato italiano, ma da quello che leggo, e dai risultati (nulli), devo dire che forse ho sbagliato... Su Fb c'è di tutto e di più ... mi aggiungo ai commenti precedenti, io di solito lascio correre x carattere. Dopo 1000 amici sul profilo, ho scoperto di non poter vendere nulla e ho ricominciato da capo con una pagina ... che stress!!
    Per quanto riguarda i cinesi qui sfondi non una porta ma un portone spalancato, il fatto è che la gente non lo sa.
    Nel senso che la maggiorparte delle persone, non capisce la differenza tra un oggetto handmade e una cineseria, e anche quando la dovesse capire, nella maggioranza dei casi vince la concorrenza del prezzo, c'è la crisi ecc.
    Io penso che l'handmade sia un prodotto di nicchia, che però può competere e vincere con la cineseria, con il doppio della fatica che fanno i cinesi: diffondere la cultura handmade e ottimo rapporto prezzo / qualità
    scusa la prolissità e ciao
    mi piacerebbe collaborare con te sul tema di migliorare il proprio blog
    ciao Silvia

    RispondiElimina
  37. Concordo con quanto detto dalle ragazze. Le persone non capiscono le cose fatte a mano. Poi vai nei negozi e vedi della "rumenta" (tipico detto delle mie parti per dire spazzatura) a prezzi assurdi. Le persone vogliono spendere poco e fare un figuroneeeeee. Peccato che quando dici il prezzo ti guardano come se stessi rubando. Ma secondo te io la roba non la compro???? Su FB c'è pieno di gente che vende. Io preferisco avere la mia paginetta senza prezzi ecc ecc e se poi qualcuno è interessato ben venga. Ci sono mille modi di contattarmi. Ho smesso da anni di fare mercatini anche se mi piacerebbe ricominciare. Purtroppo spesso sono andata in pari con quello speso. :(

    RispondiElimina
  38. Non vendo nulla e ormai non realizzo quasi più niente, nemmeno per me, salvo cucinare e al momento solo per noi o amici e parenti :) Non avevo letto prima il tuo post, ma ti confermo che la gente è maleducata e agressiva. E parecchio - ma davvero molto a volte! - scorretta.
    Le cineserie sono un problema per tutti, pensa che addirittura in Madagascar avevano distrutto l'economia locale (ci sono stata una decina di anni fa e mi ha impressionato moltissimo vedere i parei tradizionali made in China in tessuti acrilici a sostituire meravigliosi manufatti locali, ovviamente tutti acrilici! Ci spiegarono che la povertà faceva scegliere quel che costava meno, ma così gli stessi artigiani già in difficoltà finivano per perdere il lavoro). Da mamma per mia figlia NON compro mai giocattoli contraffatti, persino le bolle di sapone sono pericolose! (googlate, e poi si fanno facilmente da soli, basta saperlo! :) ). Se penso alle meravigliose porcellane cinesi o alla tradizione millenaria di quel popolo, mi chido come siamo arrivati dove siamo ora...

    Anche io vorrei parlare solo a favore, per cui voglio valutare correttamente il rovescio di questo lato oscuro della società: ci sono tante persone luminose e positive, io non mi curo degli altri e passo oltre :)

    Baci

    RispondiElimina
  39. Ciao, anche io sono una "fatto a mano" con riuso riduco riciclo...rido, e cerco di trasmetterlo alle persone...Grazie!Lalize.

    RispondiElimina
  40. Ciao, ho appena prelevato il tuo "I love handmade"....molto carino! Volevo quindi ringraziarti!
    Ciao
    Serena

    RispondiElimina
  41. Ciao mi sono imbattuta nel tuo blog per caso e ho letto tutto d'un fiato il tuo post, Complimenti!!
    Ho la sensazione come di conoscerti già :-)
    Se hai tempo e voglia passa a trovarmi anche io ho una pagina fb (BatuffoloHandmade) e un blog (BatuffoloHandmade.com) che però non è certo alla tua altezza, in questo senso sto ancora muovendo i primi passi ��. Le critiche poi se costruttive sono sempre ben accettate!
    Adesso vado e ti auguro una buona Domenica.

    RispondiElimina
  42. Non scegliere a caso... se cerchi bene c è il prodotto giusto per te. Prova la collana con pietre semi-preziose. Vai su http://www.vitalbios.com/A/MTQ3MDMxNzIzOCwwMTAwMDAxMixjb2xsYW5hLTk1MTkuaHRtbCwyMDE2MDkwMSxvaw==

    RispondiElimina
  43. I prodotti eccezionali rendono migliore la vita di tutti i giorni. Scopri la collana con pietre semi preziose. Vai su http://www.vitalbios.com/A/MTQ3MDM4ODUwOSwwMTAwMDAwOSxjb2xsYW5hLTk1ODIuaHRtbCwyMDE2MDkwMixvaw==

    RispondiElimina